Nutrizione

Formaggio nella dieta: quale mangiare e in che quantità

Formaggio nella dieta

Formaggio nella dieta: quale mangiare e in che quantità

Il formaggio è un alimento che non può mancare sulla tavola mediterranea. E, contrariamente a quanto pensano in molti, anche nella dieta per dimagrire il formaggio continuerà a rappresentare una importante fonte di proteine e grassi. L’importante è, semmai, fare attenzione a quale varietà scegliere: alcune tipologie di formaggi sono infatti molto caloriche e, proprio per questo motivo, non possiamo che consigliare tutti coloro i quali stanno affrontando un percorso dietetico a riporre grande cautela nella scelta del formaggio giusto per la dieta, da mangiare con moderazione.

Il formaggio nella dieta: quale scegliere?

Il formaggio è uno degli alimenti più consumati in tutto il mondo, sia come ingrediente principale che come condimento o contorno. Ma quanto formaggio è salutare per la nostra dieta? Quali sono i formaggi più light da preferire?

Di norma è possibile riferirci ai formaggi light richiamando alla memoria quelli freschi, come la mozzarella o il fiocco di latte. Questi formaggi contengono meno grassi e meno calorie rispetto ai formaggi stagionati ma sono altrettanto ricchi di proteine e di calcio. Se dunque sei a dieta o se stai cercando di mantenerti in forma, opta proprio per i formaggi freschi: ti aiuteranno a mantenere una linea perfetta senza rinunciare al gusto.

Se scegli di non eliminare completamente i formaggi dalla tua dieta (come ti consigliamo), devi però considerare anche altri fattori. Ad esempio, opta per i formaggi a pasta semi-stagionata o stagionata: sono meno grassi e contengono più proteine rispetto ai formaggi freschi. Inoltre, se vuoi fare uno spuntino leggero ma nutriente, scegli i formaggi magri come la ricotta: sono ideali da mangiare tra i pasti o come spuntino pomeridiano.

In generale, poi, la scelta dei formaggi più light dipende anche dal tipo di latte utilizzato. Se preferisci i formaggi freschi opta per quelli realizzati con latte fresco di mucca o di pecora: sono meno grassi e contengono più proteine rispetto ai formaggi fatti con altri tipi di latte. Se invece vuoi mangiare un formaggio stagionato, scegli quelli che hanno un contenuto maggiore di grassi saturi: sono infatti meno calorici e ti aiuteranno a mantenere una linea perfetta.

Pro e contro del formaggio nella dieta

Il formaggio è un alimento che non dovrebbe mai mancare in frigorifero. Ma è anche uno di quegli alimenti che, a causa delle sue proprietà nutrizionali, suscita sempre molte discussioni. Alcuni dietologi lo considerano un “cibo nocivo”, altri invece ne consigliano l’assunzione quotidiana. Qual è la verità? Quali sono i vantaggi e gli svantaggi del formaggio nella dieta?

In primo luogo, non possiamo non sottolineare come il formaggio sia un alimento ricco di grassi saturi e colesterolo. Queste due sostanze, se assunte in eccesso, possono essere dannose per la tua salute e, proprio per questo, il formaggio è considerabile come un alimento da consumare con moderazione.

D’altra parte, il formaggio è anche una buona fonte di proteine ​​e di calcio. Le proteine ​​e il calcio sono due nutrienti fondamentali per la salute di ossa e denti, ma anche per la crescita muscolare e la generalità dell’organismo. Pertanto, con la consueta moderazione e la necessaria attenzione nella scelta di questi prodotti, il formaggio può dare un ottimo contributo al tuo benessere.

Inoltre, è importante considerare che non tutti i formaggi hanno lo stesso contenuto di grassi saturi e colesterolo. I formaggi magri, come ricotta o mozzarella, ad esempio, presentano livelli molto più bassi rispetto a quelli “grassi”, come ad esempio gorgonzola o groviera. Ciò significa che se si vuole mangiare formaggio in modo sano, potrebbe in linea di massima essere necessario concentrarsi su quelli magri.

Formaggio nella dieta

Quali sono i benefici del formaggio nella dieta?

Mangiare formaggio fa bene alla salute? A dispetto di quanto potrebbero sostenere gli oppositori di questo prodotto per la dieta, è proprio così: secondo un recente studio dell’Università di Toronto, infatti, il formaggio può essere considerato come un alimento dietetico, che in certe condizioni può aiutare a mantenere la linea e a perdere peso.

L’indagine, pubblicata sul “Journal of Agricultural and Food Chemistry”, ha coinvolto un gruppo di scienziati che hanno monitorato a lungo l’effetto del formaggio su due gruppi di topi. I primi sono stati alimentati con una dieta ricca di grassi e povera di proteine, mentre i secondi hanno ricevuto una dieta normoproteica ma povera di grassi. I risultati hanno evidenziato che i topi del secondo gruppo hanno preso meno peso e hanno presentato livelli più bassi di colesterolo ne lsangue.

Inoltre, è emerso che i topi alimentati con la dieta povera di grassi e ricca di proteine hanno sviluppato una tolleranza più elevata all’insulina, un ormone che aiuta a trasportare il glucosio nelle cellule, un aspetto importante perché la sensibilità all’insulina è un indicatore della predisposizione al diabete di tipo 2, una malattia cronica che colpisce sempre più persone in tutto il mondo.

Insomma, risultati che suggeriscono che la presenza di formaggio nella dieta può effettivamente essere benefica per la salute e può contribuire a prevenire l’obesità e il diabete.

Il formaggio nella dieta chetogenica

Anche nella dieta chetogenica il formaggio garantisce un’ottima fonte di proteine, grassi e calcio. Come noto, le proteine aiutano a mantenere i muscoli, i grassi aiutano a mantenere l’organismo saturo, il calcio è importante per la salute delle ossa.

Ma quale formaggio devi mangiare nella dieta chetogenica?

I migliori formaggi da mangiare nella dieta chetogenica sono quelli grassi come il formaggio a pasta dura e il formaggio fresco. Questi formaggi hanno meno lattosio, che può essere problematico per alcune persone sensibile a tale ingrediente. Anche in tale ambito, è fondamentale ricordare l’opportuna moderazione nel suo consumo: 80-110 grammi al giorno sono sufficienti.

Il formaggio nella dieta dello sportivo

Lo sportivo che segue una dieta sana e bilanciata non può fare a meno del formaggio. Come abbiamo più volte ripetuto in questo approfondimetno, questo alimento è ricco di proteine e di calcio, due nutrienti indispensabili per chi svolge attività fisica.

Il formaggio, inoltre, è un ottimo alleato dello sportivo anche perché aiuta a mantenere il senso di sazietà. Mangiare una porzione di formaggio prima dell’allenamento, infatti, può evitare che si avverta il famoso calo di forza durante l’attività fisica.

Ma quale formaggio scegliere per la dieta degli sportivi? In generale, tutti i tipi di formaggio sono adatti a chi fa attività fisica: l’importante è però scegliere soprattutto quelli che hanno un ridotto contenuto di grassi e sale.

Back to list