Nutrizione

Farina di semi di lino: ricette, utilizzi e proprietà

Farina di semi di lino

La farina di semi di lino è una farina ottenuta da una pianta erbacea ampiamente utilizzata in vari settori non alimentari. Tuttavia, è proprio in cucina che il lino potrebbe riservarsi un inatteso portento: i semi di lino sono infatti ricchissimi di proprietà nutritive, e la farina di semi di lino può ben prepararsi a trasferire tutte queste qualità in un modo ancora più versatile.

Proprietà della farina di semi di lino

Prima ancora di comprendere quali sono gli utilizzi della farina di semi di lino, cerchiamo di comprendere quali siano le sue principali proprietà positive. Partiamo dai componenti nutrizionali.

Componenti nutrizionali della farina di semi di lino

I semi di lino sono ricchi di elementi nutritivi benefici per il nostro organismo, divenendo così una utile fonte di calcio, magnesio, fosforo, rame, manganese, fibre, acidi grassi Omega-3, vitamine del gruppo B.

Benefici della farina di semi di lino

Gli elementi di cui la farina di semi di lino è ricca sono in grado di determinare una lunga serie di proprietà. Tra i principali benefici ricordiamo quelli legati a:

  • Depurazione: le proprietà lassative della farina di semi di lino favoriscono il transito quotidiano
  • Colesterolo: questo alimento è in grado di accrescere il livello di colesterolo buono nel sangue
  • Sistema immunitario: la farina di semi di lino può rafforzare il sistema immunitario difendendolo contro i malanni tipici della stagione e altre aggressioni
  • Ipertensione: l’alimento di cui oggi parliamo è in grado di contribuire positivamente a regolare la pressione del sangue
  • Malattie cardiovascolari: le proprie protettive della farina di semi di lino contro numerose malattie di tipo cardiovascolare, e non solo, sono oramai ben note grazie anche al contenuto elevato di lignani e di acidi grassi Omega-3.

Ricette con la farina di semi di lino

Ora che abbiamo chiarito quali siano gli importanti contributi che questa farina può apportare, possiamo certamente fare un piccolo passo in avanti e domandarci quali siano le ricette con la farina di semi di lino che possiamo ricreare comodamente nella nostra cucina.

La prima cosa che vogliamo chiarire è che la farina di semi di lino ben si presta a tantissime ricette dolci: via libera, pertanto, all’utilizzo di questo ingrediente per la realizzazione di biscotti, torte e altro ancora. Così come per la produzione di pane, grissini e vari tipi di pasta, in aggiunta ad altri tipi di farina.

Per esempio, chi preparare il pane con la farina di semi di lino di norma utilizza questo ingrediente al 20% rispetto al totale delle altre.

Controindicazioni della farina di semi di lino

La farina di semi di lino è un alimento ben tollerato dal nostro organismo e, per certi versi, è più tollerato dell’assunzione di semi di lino non lavorati sotto forma di farina.

Naturalmente, come avviene per ogni alimento, anche questa farina dovrebbe essere consumata con moderazione, considerato un suo utilizzo eccessivo potrebbe determinare l’insorgenza di sintomi sgradevoli come mal di stomaco, gonfiore e diarrea.

La presenza di contenuti elevati di lignani rende inoltre la farina di lino sconsigliabile durante la gravidanza.

Farina di semi di lino e Kefir

La farina di semi di lino è spesso associata in combinazione con il Kefir. E il motivo è molto semplice: dalla sinergia tra questi ingredienti può infatti scaturire un contributo molto importante per purificare il nostro intestino e, dunque, incrementare il nostro generale livello di benessere, considerato che l’intestino è noto per essere il nostro secondo cervello.

Fermi restando i vantaggi “singoli”  della farina di semi di lino di cui abbiamo parlato a suo tempo, la sua combinazione con il Kefir sembra rappresentare una scelta davvero eccezionale per liberare l’intestino da tossine, muco e batterie, migliorando così il nostro benessere e allontanando il rischio di stitichezza e coliti.

Peraltro, sfruttare i benefici di questo mix è molto semplice. Basta infatti assumere un cucchiaio di farina di semi di lino mescolata con 100 ml di Kefir. Possibilmente, l’assunzione dovrà avvenire la mattina, prima dell’assunzione di altri alimenti. Dopo una settimana di questo trattamento, potrai raddoppiare la dose a due cucchiai di farina di semi di lino mescolata con 100 ml di Kefir.

Dove comprare farina di semi di lino

Contrariamente a qualche tempo fa, oggi la farina di semi di lino può essere acquistata in numerosi punti vendita specializzati e, soprattutto, nei negozi biologici e quelli che vendono alimenti per diete vegane, vegetariane o chetogeniche.

Naturalmente, puoi acquistare la migliore farina di semi di lino anche sul nostro shop dove, ad esempio, trovi la farina di semi di lino Adams Basic Gold, parzialmente disoleata.

La farina di semi di lino che abbiamo il piacere di proporti è una farina speciale priva di glutine, utile per realizzare prodotti da forno e da pasticceria in una cucina a basso contenuto di carboidrati o, se preferisci, come aggiunta alle farine normali.

Questo prodotto ha inoltre una densità nutritiva piuttosto elevata e un’alta percentuale di lignani, che apporteranno un piacevole effetto antiossidante al tuo organismo. In versione parzialmente diseoleata, questa farina si attacca e gelifica molto bene rispetto ad altre farine senza glutine, tenendo insieme l’impasto.

Come fare la farina di semi di lino?

Se invece di ricorrere al nostro shop desidera fare la farina di semi di lino in casa, puoi sempre ridurre in farina i semi di lino precedentemente acquistati in modi piuttosto semplici.

La soluzione più rapida è probabilmente quella di utilizzare un macinino, manuale o automatico. L’importante è procurarsi un macinino che sia progettato appositamente per triturare i semi (non tutti sono in grado di farlo). Fatto ciò, rimuovi il coperchio, versa i semi di lino nel serbatoio e poi gira la manovella in senso orario (se il macinino è manuale) o premi il pulsante (se automatico).

In ogni caso, la farina verrà realizzata in pochissimo tempo, considerato che per un cucchiaio di semi di lino i macinini professionali possono terminare il processo in pochi secondi.

In alternativa, puoi raggiungere un risultato simile anche utilizzando un mortaio e un pestello. Ti basterà mettere i semi all’interno del mortaio e poi usare un pestello per ridurli in polvere. Aiutati con un movimento circolare che possa permetterti di premere i semi sulle pareti del mortaio.

Se non vuoi faticare con un mortaio e hai un robot da cucina in casa, probabilmente potrai accelerare i tempi e ottenere un miglior risultato utilizzando questo elettrodomestico. Versa i semi nel serbatoio di questo dispositivo e poi seleziona modalità e velocità più adatta per arrivare al risultato desiderato.

Considerata la particolare natura dei semi, ogni tanto ferma il movimento dell’elettrodomestico e rimescola i semi per riportarli sul fondo del serbatoio.

FAQ – Farina di semi di lino – Le domande più frequenti

Abbiamo riassunto alcune delle risposte alle domande più frequenti poste dagli acquirenti ella farina di semi di lino.

A cosa serve la farina di semi di lino?

La farina di semi di lino è un ingrediente utilizzabile in cucina per la preparazione di tantissime ricette. Ha importanti proprietà emollienti, lassative e depurative per il nostro intestino.

Che cos’è la farina di lino?

La farina di lino è una farina ottenuta attraverso la lavorazione dei semi di lino. Il composto può essere utilizzato insieme ad altre farine per la preparazione di tante ricette.

Chi non può mangiare i semi di lino?

La farina di semi di lino è generalmente ben tollerata dal nostro organismo. In ogni caso, i semi di lino sono sconsigliati a chi soffre della sindrome del colon irritabile e di diverticolite.

Come fare impacchi con farina di lino?

Molte persone utilizzano la farina di semi di lino anche per la realizzazione di cataplasmi. È sufficiente sciogliere la farina in acqua fredda per ottenere una sorta di pasta e riscaldare il tutto a fuoco non alto. Quindi, basterà immergere nella soluzione delle garze pulite, da applicare sulla parte interessata da dermatosi, contusioni e piaghe. Naturalmente, è sempre opportuno condividere ogni trattamento con il proprio medico di fiducia, evitando soluzioni fai-da-te senza una preventiva consultazione.

Quante calorie ha la farina di semi di lino?

La farina di semi di lino ha 534 calorie ogni 100 grammi di prodotto. Si tratta pertanto di un prodotto alimentare che può essere ben integrabile all’interno di una dieta finalizzata a un coerente dimagrimento.

Quanti carboidrati ha la farina di semi di lino?

La farina di semi di lino apporta 1,7 grammi di carboidrati ogni 100 grammi di prodotto, di cui 1,6 grammi di zuccheri.

 

Back to list