Nutrizione

Acido Alfa Lipoico: a cosa serve, come assumerlo e quali effetti

Acido Lipoico

L’acido lipoico (o acido alfa lipoico) è un acido grasso con azione antiossidante che aiuta a prevenire lo stress ossidativo causato dai radicali liberi (responsabili dei danni cellulari). Oltre che un efficace antiossidante, l’acido alfa lipoico è anche un coenzima del metabolismo e cofattore di grande importanza per le cellule del nostro organismo.

Presente negli alimenti come carni rosse, patate, broccoli e spinaci, è prodotto dal fegato e da altri tessuti del nostro organismo, finendo con l’accumularsi principalmente in cuore, muscolo, nervi, cervello.

Ma a cosa serve l’acido alfa lipoico? Quali sono i suoi effetti su nervi e pelle? Che relazione c’è con la tiroide? Come acquistare un buon integratore di acido alfa lipoico? E per quanto tempo assumerlo?

Cerchiamo di riassumere tutto ciò che dovresti sapere su questo importante acido, e come puoi migliorare il suo contributo al tuo benessere.

Struttura Chimica Acido alfa Lipoico

Acido Alfa Lipoico: a cosa serve?

L’acido alfa lipoico (ALA) serve a contrastare i radicali liberi dei neuroni e delle altre cellule. Risulta infatti essere l’unico antiossidante a riuscire a farlo con particolare efficacia, dimostrandosi così particolarmente utile per i nervi e non solo.

Tra le caratteristiche dell’acido alfa lipoico nervi c’è poi quella di poter agire sia all’interno della cellula, in un ambiente idrofilo (come il citoplasma delle cellule, dove troviamo anche altri antiossidanti come la vitamina C) sia in un ambiente oleoso ovvero ricco di lipidi (lipofilo) come la membrana dei neuroni e delle cellule, la cui completezza è fondamentale per la trasmissione degli impulsi nervosi: l’ALA può raggiungere tutte le parti di una cellula, proteggendola dentro e fuori dall’attacco incessante dei radicali liberi.

Proprietà acido alfa lipoico

Le attività antiossidanti dell’acido alfa lipoico possono essere suddivise in dirette, indirette e metaboliche:

  • dirette: protezione dell’organismo dai radicali liberi
  • indirette: rigenerazione di altri antiossidanti come il coenzima Q, glutatione, vitamina C-E. Azione chelante verso i metalli pesanti come piombo e mercurio
  • metaboliche: importanza nel metabolismo ossidativo degli zuccheri. Di fatti, tra i benefici troviamo quello di far perdere peso. Questa sostanza, dunque, se integrata in una dieta adeguata permette di dimagrire, perché interviene sui fattori ormonali che, quando non sono equilibrati, portano infatti a ingrassare o dimagrire con squilibrio.
a cosa serve acido alfa lipoico

Ricordiamo anche come diversi studi scientifici abbiano ipotizzato che l’acido lipoico, grazie alla sua azione antiossidante, sia utile per:

  • prevenire patologie a livello cardio vascolare e a livello epatico (come la neuropatia diabetica, riducendone i sintomi come formicolio e intorpidimento alle gambe)
  • migliorare le funzionalità dei neuroni in caso di diabete, aumentando la sensibilità all’insulina facilitando l’assorbimento del glucosio e un miglior controllo della glicemia favorendo anche una riduzione dei trigliceridi

Evidenziamo altresì come gli stessi studi abbiano dimostrato che anche ad alti dosaggi l’ALA è ben tollerato. Il nostro organismo ne produce in quantità sufficienti per le funzioni base ma per averlo allo stato libero nelle cellule, occorre, sempre sotto consiglio di uno specialista, assumere un integratore di acido alfa lipoico.

Integratore acido alfa lipoico per attività sportiva

Negli ultimi venti anni è stato riconosciuto, attraverso studi del settore, che l’acido lipoico ha potenzialità biologiche in campo sportivo.

Infatti, numerosi studiosi hanno riscontrato che l’ALA previene il danno muscolo-tendineo esercitato dalle prestazioni sportive, ma non solo: si è osservato che l’acido lipoico migliora il recupero e la crescita muscolare, anche per il suo effetto sulla sensibilità insulinica.

Infatti, più glucosio sarà immagazzinato nel muscolo più saranno le scorte di glicogeno muscolare e di conseguenza maggiore sarà la sintesi proteica così da ottenere un maggior recupero ed una maggiore crescita muscolare.

Ad esempio, se i nostri muscoli accumulano un quantitativo di calorie da glucidi sotto forma di ATP (fonte energetica usata dal muscolo), l’eccesso sarà trasformato in grasso corporeo. L’ALA può invece aumentare la conversione e l’accumulo di glucosio come ATP così da creare un potenziale energetico di accumulo di ATP nelle cellule del muscolo, migliorando la performance a svantaggio dell’accumulo di grasso.

In poche parole, l’eccesso di carboidrati viene convertito in energia anziché in grasso. L’acido lipoico Interviene migliorando il trasporto degli aminoacidi nel sangue così da permettere ai muscoli di assorbire più creatina, il composto organico che permette alle cellule di restare in una condizione attiva, così da avere una maggior produzione di energia e una minore produzione di tossine e acido lattico che potrebbero portare ad un maggiore affaticamento. Generalmente, gli atleti che utilizzano ALA, avvertono sensazioni di pienezza muscolare e di maggior energia in allenamento, specie se l’ALA è assunto con un pasto glucidico prima dell’allenamento.

Acido alfa lipoico: quanto e quando assumerlo

Al momento non è ancora stata stabilita una dose giornaliera raccomandata ma i dosaggi giornalieri attualmente utilizzati sono di 300 – 600 mg, per un periodo di almeno tre settimane.

Per quanto riguarda poi le modalità di assunzione, è suggerita la fruizione a stomaco vuoto, circa 30 minuti prima del pasto, o almeno 2-3 ore dopo, in maniera tale da ridurre la possibilità che l’acido possa entrare in competizione con altri nutrienti a livello gastrico e intestinale, e aumentarne dunque la biodisponibilità.

Benefici ALA

Effetti collaterali acido alfa lipoico

Nelle scorso paragrafo abbiamo visto come i dosaggi consigliati per l’acido alfa lipoico si aggirino intorno ai 300 – 600 mg/die. In alcuni casi è però possibile aumentare, in via transitoria, il dosaggio fino a 800 mg/die, sempre dietro condivisione con il proprio medico.

Per quanto concerne gli effetti collaterali dell’acido alfa lipoico, ricordiamo come questi siano piuttosto rari, e si verifichino principalmente in seguito a un’elevata assunzione per dosaggio giornaliero e per estensione temporale. I principali sono comunque quelli legati all’ipoglicemia (cioè, a un forte abbassamento glicemico), nausea, vomito, vertigini.

Acido alfa lipoico e tiroide

Molte persone ci domandano quali siano i collegamenti tra l’acido alfa lipoico e la tiroide. Ebbene, il motivo di tale spunto informativo è abbastanza risaputo: in caso di tiroide non ben funzionante, intendendo per tale una ghiandola che alimenta un eccesso di conversione dell’ormone, oltre ad alimentarsi con una dieta prevalentemente a base di vegetali, frutta, carni e grassi salutari, generalmente il medico consiglia un integratore di acido alfa lipoico.

Se vuoi saperne di più sui nostri integratori di acido alfa lipoico puoi naturalmente dare uno sguardo al nostro shop o contattare i nostri specialisti ai recapiti che trovi a fondo pagina. Ti ricordiamo che nella nostra sede di Salerno, o in chat, potrai anche richiedere delle consulenze nutrizionali personalizzate.